Maple Leave

Working Holiday Visa, cosa fare una volta ottenuto il visto lavorativo

In Canada by exploringtalesLeave a Comment

Il Working Holiday Visa è un visto lavorativo temporaneo che offre un permesso di soggiorno con la possibilità di lavorare nel relativo paese. In Canada per poterlo ottenere bisogna partecipare all’International Experience Canada Program (IEC).

Noi abbiamo partecipato e siamo riusciti ad ottenere il visto. Abbiamo scritto una guida dettagliata su come funziona il Working Holiday Visa in Canada e come ottenerlo.

In questo articolo andremo a vedere tutto quello che c’è da sapere una volta ottenuto il Working Holiday, cosa fare e come procedere.

  1. Cercare casa in Canada
  2. Prenotare il volo di andata per il Canada
  3. Stipulare l’assicurazione sanitaria per l’IEC
  4. Electronic Travel Authorization (eTA)

Cercare casa in Canada

A nostro avviso la prima cosa importante da fare dopo aver ricevuto l’approvazione per il Working Holiday Visa, è iniziare a cercare casa il prima possibile! È probabilmente la cosa che richiederà più tempo.

Se come noi ti trasferisci dall’Italia trovare casa a migliaia di km di distanza non è per niente semplice.

Abbiamo scritto una guida approfondita su come cercare casa all’estero e raccontato la nostra esperienza.

Il consiglio generale che ci sentiamo di dare è di trovare dall’Italia un alloggio temporaneo per il primo periodo, così da poter valutare la posizione, le comodità, il lavoro ecc. per poi cercare sul posto una sistemazione a lungo termine o in caso prolungare la permanenza.

Per quanto riguarda stipulare un contratto d’affitto è semplicissimo e non si incorre in una burocrazia senza fine. Basta andare sul sito governativo della vostra provincia di residenza, perché ogni regione ha delle leggi differenti, e scaricare il form. Noi abitavamo in British Columbia, qui trovate info e potete scaricare il contratto d’affitto (Tenancy Agreements).

Home Vancouver
La nostra casa

Cosa considerare:

  • Mezzi di trasporto: è fondamentale avere vicino casa fermate degli autobus o metropolitana, noi avevamo la fermata del bus a 500m da casa e nonostante questo facevamo 10km al giorno a piedi, vabbè a noi piace particolarmente camminare e stare sempre in movimento, ma gli spazi sono immensi ed è importante valutare la posizione anche in base alla quantità di mezzi presenti.
  • Supermercati: la presenza nel quartiere di supermercati è un altro punto importante. Noi veniamo da Roma e nelle grandi città italiane un discorso di questo genere non avrebbe senso ma è bene tenere a mente che lì gli spazi sono infiniti, non è scontato avere un supermercato a portata di mano e, non avendo una macchina, farsi 1h di mezzi con le buste della spesa non è il massimo. Poter fare la spesa vicino casa inoltre permette di avere più libertà e non essere costretti a fare il mega rifornimento magari una sola volta a settimana.
  • Centro città: la vicinanza al centro della città (downtown) comporta maggiore presenza e opportunità di lavoro ma anche prezzi decisamente più alti. Noi e altri ragazzi italiani che abbiamo conosciuto, vivevamo parecchio fuori il centro di Vancouver, a downtown i prezzi degli affitti sono alle stelle. L’ideale è trovare un compromesso tra l’usufruire delle comodità che offre il centro città (fondamentale è averlo comunque a una distanza ragionevole) e allo stesso tempo vivere a prezzi più abbordabili. Diverso è il discorso se si decide di andare a vivere in una delle città canadesi minori. Per quanto riguarda la British Columbia e Alberta molti ragazzi scelgono Calgary, Victoria, Whistler o Kelowna.

Prenotare il volo per il Canada

Airport

Una volta trovato un alloggio, anche temporaneo, la seconda cosa da fare è prenotare il volo di andata.

Ti consigliamo di prenotare il volo solo dopo aver trovato casa, noi ad esempio prenotammo prima il volo e in seguito casa che purtroppo non era disponibile dal giorno in cui dovevamo arrivare. Infatti siamo stati costretti ad alloggiare la prima settimana in un appartamento per poi rifare le valigie e spostarci, non proprio comoda come cosa!

Toronto o Vancouver?

Le mete più comuni per chi ottiene il Working Holiday in Canada sono Toronto e Vancouver.

Se non si hanno particolari condizioni che impongono l’andare in una specifica città, possiamo dire che a livello lavorativo non ci sono particolari differenze tra le due. Il Canada è un paese che offre moltissime opportunità. Anche per quanto riguarda il costo della vita non ci sono grandi distinzioni, sono due città costose.

Skyline Vancouver
Lo skyline di Vancouver

La differenza sostanziale sta nel clima:

Vancouver è una città più mite d’inverno rispetto a Toronto dove può fare veramente freddo. C’è da dire che a Vancouver d’inverno la pioggia può non essere piacevole dato che da circa metà settembre a metà aprile, il clima è particolarmente piovoso! Se stai valutando dove trasferirti in Canada e vuoi sapere di più su com’è la vita lì, ti consigliamo di leggere il nostro articolo andare a vivere in Canada: 6 cose da considerare.

Bisogna tenere presente che per Vancouver non ci sono voli diretti dall’Italia, noi abbiamo fatto scalo a Toronto per esempio. Una tratta conveniente a detta di molti Italiani che vivevano a Vancouver è Italia-Francoforte-Vancouver.

Da Roma la durata del volo fino a Toronto è di circa 9h alle quali bisogna aggiungere altre 5h circa per raggiungere Vancouver.

Importante: se si fa scalo in Canada, quindi per esempio si atterra a Toronto, le procedure di immigrazione con conseguente rilascio e attivazione del visto avvengono nella prima città canadese in cui si arriva.

Per sapere di più sull’attivazione del visto, ne abbiamo parlato in questo articolo: fare flagpole per attivare il Working Holiday Visa in Canada.

Toronto simoblo

Stipulare l’assicurazione sanitaria per l’IEC

In Canada per ricevere il Working Holiday Visa è obbligatorio avere un’assicurazione sanitaria.

L’assicurazione deve coprire tutto il periodo di permanenza nel paese quindi per noi italiani deve durare almeno 6 mesi, se di durata inferiore è estremamente probabile ricevere un visto di durata pari a quella dell’assicurazione.

Teniamo presente che le spese mediche in Canada senza la copertura assicurativa sono estremamente costose, anche una semplice corsa in ambulanza può costare moltissimo.

In ogni caso per partecipare al programma IEC è obbligatoria.

Ci sono molte agenzie che propongono assicurazioni per il Working Holiday Visa in Canada, le più comuni per gli italiani sono:

Electronic Travel Authorization (eTA)

L’eTA è l’Electronic Travel Authorization necessario per entrare in Canada da turista. È un’autorizzazione di viaggio obbligatoria che contiene i vostri dati, è l’equivalente dell’ESTA negli Stati Uniti. Ottenerlo è molto semplice, basta collegarsi al sito del governo canadese e completare la procedura. Ha un costo di 7$ canadesi e una durata di 5 anni.

Importante: Tramite il programma IEC, l’eTA viene associato automaticamente ed elettronicamente al passaporto una volta ricevuta la POE letter, la lettera che vi permette di presentarvi agli ufficiali di dogana in Canada per poter ricevere il Working Holiday Visa. Non è necessario quindi fare l’application online ne pagare la tassa.

Se vuoi sapere cosa fare una volta arrivati in Canada, continua a leggere la nostra serie di articoli sul Working Holiday.

Leave a Comment