Luigi sulla canoa

Viaggio in Thailandia: pianificazione, costi, quando andare e consigli utili

In Thailandia by exploringtalesLeave a Comment

La Thailandia è il paese del sorriso, paese fatto di natura incontaminata, templi, isole e spiagge bellissime, divertimenti e vita notturna, città moderne e storia. Allo stesso tempo può suscitare diverse domande, dubbi o curiosità. Quali sono quindi le cose da considerare quando si pianifica un viaggio in Thailandia? Quando costa, qual’è il miglior periodo per andare e dove, è un paese pericoloso?

In questo articolo cercheremo di rispondere a domande e curiosità comuni quando si tratta di organizzare un viaggio in Thailandia.

Qui trovi il nostro itinerario di 2 settimane in Thailandia.

Tempio Bangkok

Quanto costa un viaggio in Thailandia?

Se aggiungiamo alla bellezza da un punto di vista naturalistico e a un grande patrimonio culturale e storico, anche un costo della vita molto basso, allora la Thailandia diventa la destinazione perfetta.

Effettivamente è così, un viaggio in Thailandia permette di risparmiare tanto, i costi per gli alloggi e la vita quotidiana sono veramente bassi. Ovviamente c’è da fare una distinzione dalla tipologia di viaggio che si cerca. Per un viaggio nella media né super chic né troppo alla ricerca del risparmio, i costi saranno comunque molto contenuti rispetto ad altre destinazioni. Di conseguenza, se volete, potrete permettervi qualche sfizio in più come un hotel con piscina a Bangkok, rooftop e cene romantiche, escursioni e trekking nella natura, bungalow sulla spiaggia, senza superare il vostro budget.

Leggi la nostra guida Bangkok in 1 giorno: cosa vedere, dove mangiare e consigli utili

Noi ad esempio per il nostro viaggio di due settimane a fine agosto, abbiamo speso circa 1300 euro a persona, compresi volo andata e ritorno, voli e trasporti interni, hotel e spese giornaliere. Analizziamo nel dettaglio le possibili spese riguardo alloggi, cibo, spostamenti, in modo da farvi un’idea.

Itinerario Thailandia

Costo alloggi

Sia a Bangkok che fuori, i costi degli alloggi hanno sempre un ottimo rapporto qualità-prezzo e sono piuttosto economici. Consideriamo ad esempio un hotel nella media a Bangkok in una buona posizione, camera doppia con bagno privato, si spenderà circa 45/50 euro a notte con colazione (25 euro a persona). Se si vuole risparmiare è possibile anche spendere meno, circa 10 euro a testa a notte alloggiando in ostelli o guest house. Altro esempio, una notte in hotel a Chiang Mai, posizione centrale, camera doppia con bagno privato, colazione inclusa, 26 euro quindi 13 a persona. Se parliamo invece di camere da sogno in bungalow, con doccia all’aperto, fronte mare, a Koh Samui, 70 euro a notte con colazione compresa. Solo 35 euro a persona per godere di un alloggio incantevole sulla spiaggia.

Abbiamo dormito anche una notte nella giungla, qui abbiamo raccontato com’è andata → Chiang Mai: come sopravvivere una notte nella giungla

Costo pasti

Ci sono due modi per mangiare in Thailandia: nei vari stand in strada oppure al ristorante. Se volete provare il cibo locale in strada non vi costerà niente, circa 40 o 60 baht ovvero 1 euro e 50 di media. Altrimenti potete optare per un ristorante di medio livello e parliamo di cifre intorno agli 8 euro per un pasto di due portate. Di conseguenza ci si può concedere anche cenette in posti più eleganti o di alto livello una volta ogni tanto e difficilmente supererete i 30 euro a persona.

Costo spostamenti

Anche gli spostamenti in Thailandia risultano molto economici, state solo attenti che tutto sia in regola per evitare che vi freghino!

Per muoversi a Bangkok prendete il taxi, costa circa 3 euro ogni 6 kilometri. Il tragitto dall’aeroporto al centro città si aggira intorno ai 600 baht che sono 17 euro. Metro e Skytrain tra i 20 ai 50 baht a tratta. L’affitto di un motorino costa all’incirca 200 baht al giorno ossia 5 euro. Per gli spostamenti interni al paese come voli o traghetti, i costi possono variare dai 20 ai 55 euro.

Ciò che peserà probabilmente di più sarà il volo di andata e ritorno dall’Italia. A secondo del periodo che si sceglie, i prezzi possono variare ma diciamo che in media si può spendere dai 450 ai 750 euro. Noi ad esempio abbiamo prenotato il volo da Roma a Bangkok andata e ritorno pagandolo 600 euro. Non male considerando che era un volo diretto a fine agosto.

Scopri i nostri consigli per volare low cost → Volare low cost: 9 consigli per risparmiare sul volo nel 2020

Vista dal fiume

Pagamenti in contanti o carte?

Per prima cosa quando si organizza un viaggio in Thailandia bisogna verificare se le proprie carte siano abilitate per prelievi e / o pagamenti all’estero. In caso non lo fossero, chiedere alla banca di abilitarle. In Thailandia si possono effettuare pagamenti con carte e bancomat relative ai principali circuiti ma molte piccole attività accettano solo pagamenti in contanti. Si possono prelevare nei vari ATM con commissione fissa quindi prelevate cifre maggiori meno volte possibili.

Quando andare in Thailandia

Il periodo migliore da un punto di vista climatico per visitare la Thailandia è quello compreso tra novembre e febbraio. Durante questi mesi, le piogge sono meno frequenti e il caldo è più sopportabile, le ore di sole sono maggiori e l’umidità è minore. Viene definita stagione secca. Allo stesso tempo il turismo in questo periodo è molto concentrato quindi i prezzi potrebbero essere più elevati.

La stagione più calda va da marzo a maggio mentre da giugno a ottobre c’è la cosiddetta stagione delle piogge. Vorremo precisare però che noi ad esempio siamo partiti il 18 agosto e tornati il 3 settembre e forse avrà piovuto due solo due volte per qualche ora. Quindi non fatevi impaurire dal nome, non esistono delle previsioni precise, andate quando potete!

Per quanto riguarda le isole vi consigliamo di preferire Phuket, le isole Phi Phi o Krabi da novembre a maggio. Da febbraio a settembre invece è il periodo perfetto per andare a Koh Samui, Koh Phangan o Koh Tao.

Qui trovi la nostra guida di Koh Samui → Guida all’isola di Koh Samui, tra relax e divertimento

Ko Samui

La Thailandia è un paese pericoloso?

La prima domanda che in molti si fanno prima di organizzare il proprio viaggio in Thailandia è “Ma è un paese sicuro? Non è pericoloso?”. La risposta è semplice, la Thailandia non è pericolosa se si seguono le regole e si mantiene un comportamento adeguato che rispetti la cultura e le usanze del paese. Abbiamo scritto una guida su cosa evitare assolutamente in Thailandia e su cosa fare attenzione. Così non si avrà alcun tipo di problema.

In Thailandia si parla inglese?

Un’altra cosa da tener conto è il fatto che, soprattutto a Bangkok, in molti non parlano inglese. Non sarà quindi semplice riuscire a comunicare con tassisti, receptionist di albergo e personale addetto presso attrazioni turistiche. La comunicazione avverrà molto probabilmente a gesti.

Il vaccino si deve fare?

Serve il vaccino per andare in Thailandia? La risposta è no, per poter entrare in Thailandia non è obbligatoria né consigliata alcuna vaccinazione e/o profilassi antimalarica. In ogni modo è sempre meglio fornirsi di un’assicurazione sanitaria così come in ogni altro viaggio. In Thailandia le strutture ospedaliere pubbliche sono di buon livello mentre le private sono ottime ma il sistema sanitario adottato è simile a quello americano per cui, in caso di primo soccorso o cure ospedaliere, è richiesta l’assicurazione ma, se non si ha, sarà necessario pagare personalmente. Vi consigliamo di usare come riferimento per tutte le questione concernenti la sicurezza e la sanità, il sito ufficiale del ministero degli affari esteri: ViaggiareSicuri.it

Serve l’adattatore?

In Thailandia le prese della corrente funzionano a 220 V, come in Italia. Praticamente tutti gli edifici hanno, quindi, la nostra stessa presa. Il consiglio è comunque di portare un adattatore, in un alloggio a Chiang Mai noi, per esempio, non abbiamo trovato delle prese compatibili.

Questi sono tutti i nostri consigli e fattori da considerare quando si tratta di organizzare un viaggio in Thailandia, se hai altre curiosità o domande scrivici pure nei commenti e saremmo felici di risponderti!

Leave a Comment