Pad Thai

14 cose da non fare assolutamente in Thailandia

In Thailandia by exploringtalesLeave a Comment

Continuiamo la nostra rubrica “cose da non fare in …”. Oggi vediamo la Thailandia. Siamo molto interessati alla cultura e agli usi dei popoli che visitiamo, una cosa che ci diverte e che allo stesso tempo può rivelarsi molto utile, è cercare cosa non fare assolutamente in quel paese per evitare situazioni scomode. Per cui prima di partire facciamo delle ricerche ma soprattutto chiediamo conferma ai locali, per quanto possibile.

Questo è quello che abbiamo imparato sulla Thailandia, ecco la lista delle cosa da non fare quando ci si trova nel “paese del sorriso” per non farlo diventare il paese degli orrori:

Mai, mai e poi mai litigare con un thailandese

Ce lo siamo sentiti ripetere come un mantra. I thailandesi disprezzano il confronto e la violenza, non litigano mai proprio perché quando lo fanno le conseguenze sono molto serie. Sono un popolo molto unito e, da stranieri, non aspettatevi aiuto da altri thailandesi se state litigando con uno di loro.

Non perdere la testa o alzare la voce

Comportamenti di questo genere portano solo conseguenze negative. Nostra esperienza personale: ci trovavamo in un chiosco sulla spiaggia bevendo un drink, al bancone un turista inizia a lamentarsi di qualcosa e ad alzare molto la voce. In un attimo la ragazza con cui stava parlando tira fuori da sotto il bancone un machete e comincia a sbatterlo sul piano sotto i nostri occhi sbarrati. Il resto dei camerieri alla vista della scena, senza sapere neanche cosa fosse successo, è andato faccia a faccia con il turista che fondamentalmente è dovuto scappare.

La terra del sorriso

Visti i due punti precedenti ci teniamo a scriverne uno che metta le cose in chiaro. I thailandesi sono un popolo estremamente pacifico ed ospitale. Hanno un detto che recita “mai pen rai” che significa “non importa” che riassume un po’ il loro atteggiamento su tutto, per cui tranquilli. Solo non litigate con un thailandese 🙂

Porta rispetto nei templi

Fare fotografie, parlare a voce alta o qualsiasi cosa che sia irrispettosa sono atteggiamenti da evitare oltre ad essere proibiti. Sono vietati anche capi di abbigliamento che non coprono gambe e/o spalle. Bisogna fare attenzione anche a…

Non entrare in un tempio con le scarpe

È forma di rispetto togliere le scarpe nonché vietato non farlo. È buona norma farlo anche nelle abitazioni.

Non disturbare i monaci

Fermare un monaco per una foto o disturbalo in generale è da evitare. I monaci in Thailandia sono visti come rappresentanti del Buddha stesso, va mostrato loro massimo rispetto. È normale trovare, negli aeroporti per esempio, delle sedute riservate solo ai monaci con scritto “reserved for monks”, fate attenzione!

Non mancare di rispetto verso il Re o la famiglia reale

È un reato penale punibile con pene fino a 15 anni di carcere. Per non sbagliare è meglio evitare di fare discorsi politici in generale.

Rispetta il Buddha

È veramente importante mostrare rispetto verso Buddha e le sue rappresentazioni, quindi: non appoggiarsi alle statue del Buddha o peggio ancora arrampicarsi e non puntare i piedi verso il Buddha (i piedi sono visti come la parte più bassa e meno importante del corpo).

Le sigarette elettroniche sono illegali in Thailandia

Punto estremamente importante: è illegale fumare o possedere sigarette elettroniche in Thailandia. Non fumare o portare con te nessun tipo di sigaretta elettronica o oggetto correlato. Le pene sono severissime, migliaia di euro di “multa” (spesso la polizia chiede somme assurde per lasciarti andare) e addirittura l’arresto.

Attento alle truffe

Purtroppo in Thailandia ci sono molte truffe alle quali bisogna stare attenti: la peggiore forse è quella della moto d’acqua. A fronte di un prezzo ridicolo per un giro di 15 min, vengono chiesti in un secondo momento migliaia di euro per riparare parti già danneggiate o comunque di bassissima qualità. Può capitare in spiaggia che qualcuno si presenti con un listino prezzi offrendoti il giro, rifiuta sempre! State attenti in generale a chiunque vi si avvicini proponendovi attività, tour, gioielli a prezzi ridicoli etc. Rivolgetevi solo a operatori professionali, magari sotto consiglio dell’hotel.

Non prendere il Tuk Tuk

I Tuk Tuk una delle maggiori attrazioni turistiche in Thailandia ma: costano molto di più del taxi perché il prezzo è deciso da loro al momento, in mezzo al traffico si respira una quantità assurda di smog, possono essere al soldo di locali o negozi e possono portarvi dove non volete costringendovi poi ad acquistare per farvi andar via. Non sono sicuri perché non si hanno garanzie. Non prendeteli. Piuttosto…

Usa il taxi

Il taxi è estremamente conveniente, chiedendo gentilmente di accendere il tassametro pagherete la corsa come un thailandese. Fate attenzione però che sul cruscotto, a destra o sinistra, ci sia la foto del guidatore con i suoi dati. Ci è capitato di prendere un taxi a Bangkok che aveva la foto strappata e i dati non si leggevano, ce ne siamo accorti troppo tardi e ci siamo trovati a fare giri assurdi con il “tassista” che si ostinava a non volerci portare dove volevamo. Per fortuna tenevamo sotto controllo la situazione con il navigatore offline e alla fine siamo voluti scendere a forza.

Potrebbe interessarti la nostra guida su cosa vedere a Bangkok.

Come comportarsi a tavola

I thailandesi considerano piuttosto rozzi i modi di stare a tavola degli occidentali, ecco qualche curiosità da tenere a mente:

  • A tavola la forchetta si regge con la mano sinistra e si usa per raccogliere il cibo sul cucchiaio, la posata che verrà portata alla bocca. Per i thailandesi è maleducazione usare la forchetta per mangiare quanto per noi usare il coltello per portare il cibo alla bocca.
  • Non usano le bacchette cinesi se non per i tagliolini.
  • Se sarete ospiti di una famiglia thai ricordate che “finire completamente il piatto” viene considerato un insulto. I thailandesi, infatti, sono soliti ordinare più cibo del necessario in pranzi e cene sociali proprio perché più cibo viene lasciato, più generoso appare l’ospite.

Non fare gite dove si cavalcano gli elefanti

Per favore, evitate. Se leggete in qualche programma “Elephant riding”, lasciate perdere. Sono motivo di durissimi addestramenti, quasi torture, nonché di deformazioni per la schiena degli elefanti. Non contribuire, piuttosto organizza una visita a un santuario degli elefanti dove vengono accuditi e curati. Giornata altamente istruttiva e interessante.

Questi regole e consigli ci sono stati molto utili, cercate di seguirle e non ci saranno problemi. La Thailandia è un paese splendido che merita di essere visitato.

Facci sapere che ne pensi nei commenti e se vuoi aiutaci a ampliare la nostra lista con i tuoi consigli, saremo felici di pubblicarli!

Leave a Comment